La cremazione delle salme è una pratica funeraria di antichissima origine e in uso in vaste aree del pianeta che prevede la riduzione del cadavere in cenere a seguito della sua combustione.

Contrariamente a quanto si possa pensare, la cremazione non riduce il cadavere in cenere: i resti di tale pratica sono frammenti ossei friabili che, in un secondo momento, vengono sminuzzati fino a formare una cenere che poi, a seconda degli usi, delle consuetudini o delle ultime volontà della persona defunta, vengono custodite in un’urna, sepolte, sparse, o quant’altro.