Edicole, cripte, monumenti e cappelle sono edificate nei cimiteri a cura dei cittadini. Coloro che desiderino seppellire se stessi e propri familiari in uno stesso luogo possono ottenere in concessione per novantanove anni un area cimiteriale oppure un manufatto già realizzato.

L’Amministrazione comunale dà in concessione l’area di terreno e fornisce l’autorizzazione a costruire o a ristrutturare per 99 anni; dopo tale periodo, salvo rinnovo, torna di proprietà del Comune e la costruzione resta a disposizione dell’Amministrazione.
La concessione è rinnovabile e trasmissibile agli eredi. Vi è però il divieto di vendere i posti salma a terzi non appartenenti alla famiglia.